Sei in >> HOME / News / 2019 /
Per un 2019 migliore...
Roma, 20 dicembre 2018

Non è finito nel migliore dei modi il 2018, il rapporto annuale Censis descrive un'Italia  "Preda di un sovranismo psichico. Dopo il rancore, la cattiveria: per il 75% degli italiani gli immigrati fanno aumentare la criminalità, per il 63% sono un peso per il nostro sistema di welfare. Solo il 23% degli italiani ritiene di aver raggiunto una condizione socio-economica migliore di quella dei genitori. E il 67% ora guarda il futuro con paura o incertezza. Il potere d'acquisto delle famiglie ancora giù del 6,3% rispetto al 2008. Emergenza lavoro: scompaiono i giovani laureati occupati (nel 2007 erano 249 ogni 100 lavoratori anziani, oggi sono appena 143)".

Il discusso Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration , il patto delle Nazioni Unite sulla migrazione,  nella riunione dello scorso 10 dicembre a  Marrakech  è stato approvato da 164 Paesi. Non hanno aderito al patto, America, Australia, Repubblica Dominicana, Austria, Lettonia, Ungheria, Polonia, Repubblica ceca e Slovacchia, Svizzera, Israele.  Il Parlamento italiano con una mozione della maggioranza  L'Italia, con una mozione di maggioranza ha rinviato sine die la decisione sull'adesione al Global Compact  nonostante l'appello di papa Francesco di operare verso i migranti "con responsabilità, solidarietà e compassione".

Amnesty International nel suo rapporto annuale ha parlato del 2018 come un anno di fiere battaglie per i diritti delle donne contro le politiche oppressive e sessiste.  Attiviste di ogni parte del mondo sono state in prima linea nella battaglia per i diritti umani. Questo 2019, il 40° anniversario della Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne, sarà un'occasione fondamentale che il mondo non potrà permettersi di trascurare.

Ancora un attentato terroristico firmato Isis. A Stasburgo, l'11 dicembre un terrorista spara e uccide cinque  persone e ne ferisce dodici. Muore, tra gli altri, un giornalista di 28 anni: Antonio Megalizzi e il suo amico Barto Pedro Orent-Niedzielski, 35 anni, detto Bartek. L'attentatore, Cherif Chekatt,  viene ucciso dalla polizia la sera del 13 dicembre.

Buon 2019