Aborto: memoria corta

0
136

Sull'uso della pillola abortiva Ru 486 - Comunicato stampa - Roma, 31 agosto 2020

“Alcuni di noi sono davvero strani: si battono affinché ciò che considerano un male per la persona e per la società venga eliminato e quando accade, si risolvono a sostenere proprio quello contro cui hanno combattuto” . Così Renata Natili Micheli, a proposito delle linee guida del Ministero della Salute sull’uso della pillola abortiva Ru 486.  E aggiunge “ Le femministe di ogni scuola di pensiero e i radicali militanti si sono battuti perché finisse l’aborto clandestino da cui le donne “riemergevano rovinate nel corpo e nella psiche. Così dicevano. Oggi in nome dei diritti della scienza, sostengono l’uso della pillola Ru 486 che permette l’aborto fai da te fuori delle strutture sanitarie che sono a presidio della salute della donna”.